San Gillio

Strangola figlio, poi chiama carabinieri

Ha ucciso il figlio adottivo, soffocandolo con un cavetto del computer, poi ha chiamato i carabinieri: "Venite a prendermi". Tragedia famigliare oggi pomeriggio a Sant'Antonino di Susa (Torino). L'omicidio nella loro abitazione, in via Superga 5, al culmine di un litigio. Secondo le prime informazioni dei carabinieri, intervenuti sul posto, la vittima, un 36enne, soffriva di crisi depressive. Il padre, dentista in pensione incensurato, ha atteso l'arrivo dei carabinieri.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie